Come scegliere un power bank per smartphone e tablet?

Ti sarai reso conto sicuramente anche tu che le batterie dei cellulari e dei tablet durano così poco che a volte non arrivano nemmeno alla fine della giornata: come porre rimedio a tutto cio?

Come scegliere un power bank per smartphone e tablet?

Come scegliere un power bank per smartphone e tablet?


Per fortuna, qualche azienda ha pensato di creare i cosiddetti PowerBank, che sono delle batterie esterne, da tenere in una borsa, per collegare il cellulare quando è a corto di energia: in questa guida scoprirai come scegliere quello giusto per il tuo cellulare o tablet.

Perchè una guida per scegliere una batteria supplementare?

Spesso si sceglie un power bank solo per l’estetica, senza contare che anche loro hanno delle caratteristiche tecniche da leggere. E se si sbaglia a scegliere si rischia di avere una PowerBank che non ha abbastanza carica da ricaricare il cellulare come vorremmo.

Ecco perché in questa guida ti insegnerò a scegliere il PowerBank dalla potenza più adatta alle tue esigenze.

Come scegliere un PowerBank

Innanzitutto, due parole tecniche. Ma tranquillo, non sono difficili da capire.

La durata delle batterie, sia dei cellulari che dei PowerBank, si misura in mAh, o Milliapmerora. Senza entrare nel tecnico, immagina questi mAh come caramelle, che è più semplice. Caramelle che il cellulare, per funzionare, consuma piano piano e di cui deve essere rifornito.

Ogni cellulare e ogni tablet ha una capacità in mAh, in caramelle. Un cellulare medio ha una capacità di 2000 mAh, un tablet di 9000 mAh. La durata di una batteria del genere dipende da come usi il cellulare: se ne fai un uso intenso 2000 mAh possono durare mezza giornata, se ne fai un uso sporadico anche due giorni, ma questo dipende da te. La capacità della batteria del tuo smartphone la trovi sul libretto di istruzioni.

Per capire quante ore significano per te 2000 mAh, fai il conto medio (o fallo fare allo smartphone, all’app Impostazioni) di quante ore usi al giorno il tuo smartphone. Se la risposta è che, a carica piena, il cellulare dura 10 ore, consumerai 2000:10=200 mAh all’ora.

Anche i PowerBank, che sono i nostri magazzini di caramelle, o meglio di mAh, si misurano in capacità in mAh. Un PowerBank da 2000 mAh ha la stessa batteria del cellulare che abbiamo visto prima.

Per cui, un PowerBank da 2000 mAh fornirà 10 ore di carica al tuo smartphone. Se fosse da 4000, ne fornirebbe 20, in due gruppi da 10 perché più di 2000 il tuo cellulare non può sopportarne.

Il valore reale della carica

Per rendere il dato più reale, considera che qualsiasi Powerbank ha il 33% in meno di capacità rispetto a quella dichiarata, perché parte dell’energia si disperde durante il trasferimento.

Trova il miglior prezzo e le migliori offerte

Per cui, quando ne acquisti una devi moltiplicare la sua capacità (es. 2000 mAh) per 0,67, con la calcolatrice. La PowerBank da 2000 mAh ha capacità reale di 1.340 mAh, ovvero caricherà il tuo cellulare per circa 6 ore e mezza di utilizzo.

Come acquistare il PowerBank giusto?

Facciamo alcuni esempi pratici per capire meglio la situazione.

Indichiamo come:

  • A: Capacità in mAh del tuo smartphone che trovi sulle istruzioni.
  • B: Quanto ti dura una carica completa.
  • C: Capacità in mAh del PowerBank che intendi acquistare.
  • D: Quante mAh ci vogliono per un ora di utilizzo del tuo cellulare (non devi saperlo, lo calcoleremo insieme).

Il risultato sarà il numero di ore che potrà ricaricare il PowerBank che acquisterai. Le formule sono queste:

  • A : B = D.
  • C x 0,67 : D = Quante ore otterrai da quel PowerBank.

Ma capiamole meglio con due esempi pratici che puoi seguire anche tu, cambiando i valori.

Esempio pratico 1: il mio cellulare da 3000 mAh (A) dura 6 ore (B) con una ricarica perché lo uso intensamente. Che beneficio porterà un PowerBank da 10.000 mAh (C)?

  • 3000 (A) : 6 (B) = 500 (D).
  • 10.000 (C) x 0,67 : 500 (D) = 13,4 ore di carica per il mio smartphone, che mi consentono di utilizzarlo per una giornata piena.

Esempio pratico 2: il mio tablet da 9000 mAh (A) dura 10 ore (B) con una ricarica. Che beneficio avrò da una PowerBank da 4000 mAh (C), quella del mio cellulare?

  • 9000 (A) : 10 (B) = 900 (D).
  • 4000 (C) x 0,67 : 900 = 2,97, circa 3 ore di carica per il mio tablet, che non sono poi così tante.

Come hai visto, è sufficiente applicare le due formulette che abbiamo visto sopra per avere un’idea molto precisa di quanto beneficio può apportare un PowerBank al tuo smartphone o al tuo tablet: qui di seguito ti lascio alcuni dei migliori PowerBank disponibili, in diverse misure.

Prova ad usare la formula con la calcolatrice e vedi quante ore di energia riuscirai ad ottenere!

Quanto costa un power bank?

Il prezzo fondamentalmente dipende da 3 fattori: design, qualità dei componenti e capacità della batteria. I prezzi di prodtti per un uso tipico oscillano tra i dieci e le quaranta euro: qui sotto ti riporto alcune offerte del momento.



18,28


29,90


35,85


22,57


8,89


15,40


23,99


24,98


31,99


28,40


10,50


44,98

2 Risposte

  1. Mauro ha detto:

    E’ molto più semplice e comodo, a causa delle minori dimensioni e della forma piatta, portarsi dietro un’altra batteria carica. Una LG originale da 1000 mAh = 15€ garanzia 2 anni trasporto compreso. Tutte e due le batterie, poi, si ricaricheranno mentre si dorme. Io l’ho sempre fatto da quando esistono i cellulari tascabili, e mi sono trovato sempre bene. E’ meglio che portarsi appresso questi più ingombranti accumulatori autodefiniti “banca di energia”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *