Confronto tra Surface Pro 4 e iPad pro

In questo articolo cercheremo di fare un confronto tra due tablet denominati “Pro”, punta di diamante delle rispettive case di produzione. Da una parte abbiamo l’iPad Pro di Apple, dall’altra il Surface Pro 4 di Microsoft: due tablet che, come concezione, si avvicinano molto ma che, se visti a fianco, hanno delle differenze su cui sicuramente non si può sorvolare.

Infatti, come filosofia, il Surface Pro 4 nasce per essere un computer particolarmente portatile, mentre l’iPad Pro nasce per essere un iPhone molto, molto grosso; e anche se è stato ottimizzato, abbastanza, per l’utilizzo lavorativo, purtroppo il sistema operativo iOS lo limita ancoa molto.

Prezzi e offerte

Sia iPad Pro che Surface Pro 4 sono disponibili in diverse varianti legate sostanzialmente alle dimensioni della memoria di storage e solo per il surface anche per il tipo di processore e quantità di memoria Ram. Per ragioni di brevità ti riporto le offerte dei due modelli più richiesti per ogni device, rimandati alla scheda specifica dei prodotti per visionare più offerte.



1.047,49



905,90


1.046,94


1.042,99



737,93


726,39


747,36


761,00



776,08


798,90


814,15


798,90

Dimensioni e design

A livello di dimensioni, i due dispositivi sono molto simili, anche se il Surface pesa leggermente di più rispetto all’iPad Pro in proporzione: sono 12,9 pollici dell’iPad contro 12,3 del Surface, piccola differenza dovuta ad un rapporto tra altezza e larghezza diverso.

Il Surface Pro è già concepito fin dall’inizio come un computer, infatti nonostante sia un tablet viene già venduto sia con la tastiera, sia con il pennino per scrivere e disegnare: l’iPad Pro questi de accessori non li ha, e si acquistano a parte al costo di 100 e 180 euro, che non sono pochi. C’è da dire che di base il Surface costa un centinaio di euro in più rispetto all’iPad Pro.

Per quanto riguarda il design, chiaramente non si possono fare paragoni considerando che i due sono dispositivi diversi, per cui questo aspetto (se mai fosse importante, al confronto con gli altri) è solamente un gusto personale. Alluminio (iPad) contro titanio (Surface), anche i materiali si assomigliano.

Caratteristiche tecniche

Per quanto riguarda le caratteristiche tecniche, sono molto simili tra i due dispositivi.

Per quanto riguarda la potenza di calcolo, i processori sono potenti e ben ottimizzati entrambi, mentre per la RAM, l’iPad Pro ne ha 4 GB mentre nel Surface (in base alle configurazioni che fanno variare il prezzo) ce ne sono 2, 4, 8 o 16 a seconda di quanta necessità abbiamo.

La memoria interna parte da 32 GB per l’iPad Pro, dove arriva a 128 GB, mentre il Surface parte da 128 per arrivare a 512, per cui lascia molta più libertà di utilizzo all’utente.

La durata della batteria è simile, con 9 ore dichiarate per il Surface, 10 per l’iPad, comunque valori che non si discostano particolarmente tra i due device.

Entrambi hanno anche due fotocamere, ma su questo piano si equiparano (le posteriori sono entrambe da 8 Mpixel) anche se quella dell’iPad ha qualche funzione in più, come lo Slow Motion. In ogni caso, delle fotocamere importa il giusto visto che difficilmente andremo a fotografare con un dispositivo del genere…

Sistema operativo ed applicazioni

Quello del sistema operativo è sicuramente il “campo” su cui i due dispositivi si danno maggiormente battaglia.

Trova il miglior prezzo e le migliori offerte

iPad Pro

iPad Pro 12.9

iPad Pro 12.9


L’iPad Pro ha iOS, ed ha quindi a disposizione tutte le applicazioni già precedentemente ottimizzate per iPad, che però dovrebbero essere ri-ottimizzate dagli sviluppatori per questo dispositivo; applicazioni ottimizzate per iPad normale ma non per il Pro sono in versione “XL”, e non si usano poi così bene. Le app ottimizzate, invece, funzionano bene solo che sono ancora poche.

C’è da dire che le tante app sono ottimizzate per il mobile e praticamente nessuna richiede di base la tastiera, anche se molte applicazioni la supportano. La tastiera, quindi, aiuta quando dobbiamo scrivere, ma non è indispensable, mentre nel Surface lo è molto di più.

Bisogna dire che la maggior parte delle applicazioni, come Photoshop Touch, o Word per mobile, sono applicazioni penste per un tablet e non per il computer, fatte all’insegna della semplicità e delle poche ma intuitive funzioni; programmi professionali non ce ne sono, al momento, o sono pochissimi, e praticamente nessuna app sfrutta come si deve i 4 GB di RAM presenti sul dispositivo.

Surface Pro 4

Microsoft Surface 4 Pro

Microsoft Surface 4 Pro


Il Surface Pro 4 invece ha come sistema operativo Windows 10, che è la versione per computer. Non ha una schermata Home ma un desktop, esegue qualsiasi programma, anche quelli per vecchi computer, o quelli aziendali, e i programmi non vanno scaricati da uno store preciso ma si possono prendere ovunque, come su un computer (per cui è anche suscettibile di prendere i virus, ci vuole un antivirus che per l’iPad non serve); il Surface supporta anche programmi come Photoshop per computer, iTunes o Steam (e qui attenzione alla RAM che, invece, potrebbe essere poca!). Parrà ironico, ma il Sueface può essere usato come computer per “supportare” l’iPad Pro che è un device mobile.

Anche Office, che è presente su entrambi, su Surface è la versione per comuter, su iPad è una versione (per quanto funzionante) limitata e mobile, più simile alla versione per iPhone che a quella per computer.

C’è da dire, in questo caso, che se ci sediamo ed utilizziamo il Surface come un computer non ci sono problemi, ma se cerchiamo di utilizzarlo in mobilità questi arrivano.

Questo perché la tastiera virtuale non è ottimizzata, perché i programmi (nonostante il touch sia supportato) sono pensati per il mouse più che per il dito, possono essere difficili da raggiungere se utilizziamo due mani e così via: avere un Surface è come avere un computer portatile touch, un problema che si fa sentire per chi lo utilizza in mobilità molto spinta (cioè per colui che deve andare in un cantiere, in una vigna, girare per aziende e così via).

Conclusione

Analizzando tutti questi aspetti, non possiamo esimerci dal vedere come iPad Pro e Surface Pro 4 siano due dispositivi molto diversi tra loro, e adatti per due utilizzi differenti.

Da una parte l’iPad Pro, un po’ più difficile da gestire dell’iPad normale ma che ne ricalca praticamente tutto, dall’altra parte il Surface che è un tablet perché ha i chip dietro lo schermo e non sotto la tastiera, ma solo per questo; senza tastiera perde infatti gran parte delle sue funzionalità. Una su tutte, giocare su iPad senza tastiera è normale, giocare su Surface senza tastiera è praticamente impossibile.

Se si sta cercando un dispositivo che lasci libertà di azione nel lavoro, insomma un tablet per lavorare, il Surface vince su tutta la linea con le sue finestre, il suo tantissimo spazio, la presenza non di app mobile ma di programmi Pro; se stiamo cercando un dispositivo che va utilizzato in movimento, per chi non ha un ufficio, o non ci sta molto, e si sposta, sta molto in piedi, deve fare fotografie e via dicendo, l’iPad Pro è sicuramente migliore.

Sarà meno potente, quello si, ma l’esperienza mobile è migliore: insomma, si può usare anche sulle ginochia e senza una scrivania ed un ufficio intorno a noi, cosa che con il Surface Pro 4 è molto più difficile.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *