Processore: cos’è e come si sceglie?

Processore o CPUIl processore, o CPU (central processing unit), è il cuore, o meglio la mente, di ogni computer, e di altri dispositivi che adottano tecnologie simili (PDA, Tablet, Smartphone, ecc).
Ma com’è strutturato un processore? Quali sono le caratteristiche da prendere in considerazioni al momento della scelta?
Vediamo di rispondere a queste domande.

La struttura della CPU

In genere una CPU è composta da:

1. Un’unità di controllo (CU) che memorizza e legge informazioni;

2. Un’unità aritmetica e logica (indicata con l’acronimo “ALU” e un tempo separata dalla CU) che si occupa di eseguire i calcoli matematici e le operazioni logiche;

3. I registri, ovvero speciali locazioni di memoria, interne alla CPU, che permettono un accesso estremamente veloce alle informazioni.

I parametri fondamentali da considerare nella scelta di una CPU

Per scegliere il migliore tra diversi processori si devono valutare i seguenti parametri:

  • Frequenza di clock o velocità;
  • Numero di Core;
  • Cache;
  • Velocità del BUS;
  • TDP.

Frequenza di clock del processore

La velocità di calcolo di una CPU, si esprime in MHZ, ed è uno dei principali fattori che determinano la velocità di esecuzione di un programma; in generale più la frequenza è elevata, più la CPU sarà potente, ma anche esoso il consumo di energia.

Trova il miglior prezzo e le migliori offerte

Numero di Core

Il Core è l’unita elaborativa di un processore.

In principio i processori erano tutti a singolo core, ora sono a due, a tre a quattro ed anche a otto core.

Avere più Core è come avere più processori in parallelo; quindi un processore multicore a parità di frequenza di clock è più performante di un single Core.

Memoria Cache

La Cache è una memoria che memorizza le operazioni più frequenti compiute. Più alta è la quantità di memoria cache, maggiore è la velocità di esecuzione del processore. 

Velocità del bus

La Velocità del bus è la velocità con cui il processore comunica con la rete chipset. La velocità viene espressa in MHz, cioè in milioni di trasferimenti al secondo, maggiore è il valore in MGz relativo al bus di sistema, superiore è la banda passante tra CPU e chipset.

TDP

TDP, sta per numero di watt di cui il processore necessita per funzionare. Maggiore è il valore della voce TDP, maggiore sarà il consumo di energia elettrica. I processori per dispositivi mobile e portatili sono caratterizzati da un basso valore di TDP in modo da aumentare l’autonomia di funzionamento in assenza di rete. Mentre ad esempio per applicazioni desktop possono essere installati processori con più alto TDP a vantaggio di un minore acquisto dello stesso.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *