Huawei Mate S, rovinerà la festa all’iPhone?

Huawei Mate S, rovinerà la festa all’iPhone?

Huawei Mate S, rovinerà la festa all’iPhone?

In questi giorni tutti gli occhi degli appassionati di telefonia sono puntati su San Francisco, e per la precisione sul Bill Graham Civic Auditorium, l’inusuale scelta di Tim Cook per la presentazione del nuovo iPhone 6S a settembre (di norma queste avvengono presso i meno capienti e più moderni Yerba Buena Center e Moscone Center).
Eppure Huawei potrebbe aver rovinato almeno parzialmente la festa ad Apple, con il recente evento-show di Berlino dedicato dell’interessante Mate S, il nuovo dispositivo top di gamma del costruttore cinese che nel mirino ha proprio l’iPhone 6 Plus. A maggior ragione se, come sempre con gli “S”, a Cupertino questo è l’anno del modello di transizione, con piccoli miglioramenti piuttosto che grandi rivoluzioni rispetto all’iPhone 6.

Trova il miglior prezzo e le migliori offerte

Di certo Huawei non si è nascosta, e da subito ha messo in chiaro come il Mate S abbia lo stesso schermo da 5.5” dell’iPhone 6 Plus ma con dimensioni minori della scocca (75,4 x 149,9 mm contro 77,7 x 158,1 mm). Soprattutto a stupire è un’attenzione al dettaglio (“Beauty in detail” uno degli slogan dell’evento) che di norma è appannaggio di Sir Jony Ive, il plenipotenziario capo del design a Cupertino noto per la sua precisione maniacale.
Il Mate S non vuole essere da meno, con antenne più piccole e discrete a parità di efficienza, ma anche il reparto hardware ha tagliato traguardi molto interessanti: il Mate S ha una batteria che garantisce un giorno intero di utilizzo con ricarica in dieci minuti e uno schermo Full HD protetto da Gorilla Glass 4, migliorato per quanto riguarda contrasto e risoluzione.

Miglioramenti anche per quanto riguarda la tecnologia touch, con Fingerprint 2.0 che garantisce un grosso salto in avanti per il sensore biometrico, mentre la possibilità di integrare anche le nocche delle dita in gestures avanzate per lo schermo frontale dà ancora più flessibilità agli utenti, soprattutto per l’editing di foto e video.
Ma la sfida più sorprendente arriva proprio dall’integrazione di una tecnologia di sensori di pressione sullo schermo simile al Force Touch dell’Apple Watch, che dovrebbe fare il suo debutto proprio sul nuovo iPhone, e che si chiama… Force Touch. Insomma, il guanto di sfida è stato gettato. Da fine settembre il Mate S di Huawei arriva anche in Italia: per sapere a quali offerte di telefonia mobile abbinarlo basta consultare il comparatore di SosTariffe.it.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *