Le migliori App per usare uno smartphone come un telecomando TV

I nostri smartphone, negli ultimi anni, hanno cambiato in molti modi la nostra vita. Abbiamo in tasca un piccolo computer da usare con le mani, ma abbiamo anche una macchina fotografica, un lettore musicale, un navigatore satellitare… e la lista è ancora lunga.

Le migliori App per usare uno smartphone come un telecomando TV

Le migliori App per usare uno smartphone come un telecomando TV


In questa pagina vedremo una funzione che, però, in pochi conoscono, che è quella per la quale possiamo trasformare il nostro smartphone nel telecomando per la TV. Una funzione davvero utile, che permette di controllare il nostro televisore senza avere a disposizione il telecomando fisico.

Controllare la TV con lo smartphone: la connettività

Prima di parlare delle varie applicazioni che permettono di controllare il televisore con lo smartphone, bisogna fare un appunto che riguarda la connettività dello smartphone al televisore.

I telecomandi normali per il televisore, infetti, utilizzano la connessione ad infrarossi per comunicare col televisore. Se il nostro smartphone ha la connessione ad infrarossi (IRDA) si può utilizzare con ogni televisore, anche con quelli che hanno ancora il tubo catodico. Nel caso in cui non avesse questa porta (ad esempio, gli iPhone non l’hanno mai avuta) bisogna acquistare un accessorio che emetta raggi infrarossi, come questo che si connette al jack delle cuffie (e lì deve rimanere altrimenti il telecomanto non funziona).

L’alternativa, valida però solo per le Smart TV e solo per alcuni modelli, è la connessione Wi-Fi: se lo smartphone e il televisore sono connessi alla stessa rete Wi-Fi, quella di casa, si possono utilizzare insieme. Per farlo, però, c’è bisogno dell’app specifica per ogni marca o modello di televisore, mentre la soluzione degli infrarossi (anche se limitata) è universale.

App per il telecomando a infrarossi

Le app per il telecomando ad infrarossi, tenendo conto delle premesse, non sono particolarmente ricche di opzioni, essenzialmente perché i televisori non sono in grado di eseguire troppi controlli. In pratica, si trasforma lo smartphone in un telecomando universale.

Per iPhone, troviamo questa applicazione:

Trova il miglior prezzo e le migliori offerte

  • The TV Remote: è un’app che serve a trasformare, con l’hardware esterno, il telefono in un telecomando. Ha i vari canali, il controllo del volume, il televideo e pressappoco tutto ciò che troviamo su un telecomando universale.

Per Android, invece, vi consigliamo:

  • IR Universal Remote: si tratta di un’app simile alla precedente, che ha bisogno della porta ad infrarossi. Per usarla (le funzioni sono simili a quelle per iPhone) bisogna consultare le specifiche del proprio smartphone e vedere se presente la porta IRDA, altrimenti c’è bisogno di un accessorio esterno. Nel caso in cui la porta ci sia (si vede come un piccolo vetro nero) quando la si usa assicuriamoci che sia rivolta verso il televisore. Altrimenti, sarebbe come usare un telecomando al contrario.

App per il telecomando Wi-Fi

Se per le televisioni comuni, come abbiamo visto, le cose sono semplici, per le Smart TV sono molto più frammentate. Questo perché il produttore deve aver sviluppato un’app che consenta di utilizzare lo smartphone come telecomando. Di seguito vi riportiamo alcune applicazioni che consentono di farlo, ma vi invitiamo a consulare la pagina di istruzioni della vostra Smart TV, o Smartbox, per vedere se il vostro produttore avesse prodotto applicazioni simili a quelle che vi mostriamo di seguito.

Se avete un iPhone, ecco alcune app per trasformare lo smartphone in un telecomando:

  • Samsung Smart View: è l’applicazione ufficiale che consente di controllare gli Smart TV prodotti da Samsung, che si può scaricare gratuitamente da App Store.
  • Panasonic TV Remote: si tratta dell’applicazione per il controllo delle Smart TV prodotte da Panasonic, ed è gratis anche in questo caso.
  • LG TV Remote: stessa tipologia di applicazione, ma è l’app che permette ci controllare le TV prodotte da LG.
  • Remote: è l’app che consente di controllare la Apple TV, proposta da Apple, direttamente da iPhone. È ben integrata ed ha tantissime funzioni, ma essendo proposta da Apple non è disponibile per smartphone Android, ma solo per iPhone. Da notare che, nella Apple TV di quarta generazione, si può sostituire al telecomando per Apple TV ed anche utilizzare come controller, per i giochi, magari per giocare in due mentre l’altra persona usa il telecomando.

Nel caso in cui, invece, aveste uno smartphone Android, le app sono le seguenti:

  • Samsung Telecomando TV: è l’applicazione Samsung che permette di controllare gli Smart TV di vari modelli, anche se purtroppo non tutti. Dalla lista di compatibilità potete vedere se il vostro è presente.
  • Telecomando per TV LG: molto simile alla precedente, ha praticamente le stesse funzioni, solo che è sviluppata per funzionare con le TV LG.
  • Telecomando per TV Philips: per Android è disponibile anche un’app che si utilizza per controllare le TV di marca Philips, che su iPhone non è ancora disponibile al momento (perché questa app non è ufficiale, ma creata da sviluppatori terzi).
  • Telecomando Sony TV: stesso caso del precedente, permette di controllare gli Smart TV Sony.
  • Easy Universal TV Remote: si tratta di un’applicazione di terze parti compatibile con una vasta gamma di marche di televisori, ovviamente se compatibili. Le funzioni totali sono minori rispetto alle app singole, ma per chi avesse più di uno Smart TV di marca diversa in casa, è un buon modo per controllare lo smartphone con una sola app. Ma attenzione: essendo in Wi-Fi e non ad infrarossi, usandola in camera ci sta che cambiate canale al televisore della sala, che riceve comunque il segnale. Un buon modo per far credere al marito che la TV ha problemi mentre guarda la partita, a pensarci bene…

Infine, ricordiamo che il Google Chromecast, anche se non è uno Smart TV, si può controllare comodamente dal cellulare, per cui di fatto il telefono diventa un telecomando per il televisore. Una soluzione completamente diversa dalle altre, ma se non si ha una Smart TV si può prendere in considerazione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *