Microsoft Lumia 950 e 950Xl: confronto e promozioni

Se state per leggere questa recensione dei Lumia 950 e 950 XL, significa che cercate un cellulare veramente diverso dagli altri. Un modo nuovo di concepire i cellulari, che per potenza hardware si stanno avvicinando sempre di più ai computer e, sebbene questo sistema sia, ad oggi, ancora piuttosto acerbo, questi due nuovi smartphone non sono telefoni come tutti gli altri. Sono telefoni nuovi, nel vero senso della parola.

Lumia 950 e 950XL

In questo articolo prenderemo infatti in considerazione le caratteristiche di questi due nuovi dispositivi, ma in particolare il fatto che abbiano Windows 10 Mobile (e quindi non Windows Phone 8.X) e Continuum, il mezzo che permette(rà) di trasformarli in computer a tutti gli effetti.

Le migliori offerte

Se già sapete tutto su questi nuovi cellulari è state cercando una promozione, vi sveliamo subito le migliori offerte online di oggi. Nella tabella troverete le indicazioni sul miglior prezzo ed un tasto per accedere a tutti i dettagli dell’offerta.

Se invece volete conoscere meglio i Microsoft Lumia 950 e 950 xl potete passare alla recensione, per poi magari ritornare qui.



359,00

Lumia 950 e 950 XL: differenze

Iniziamo la recensione con alcune righe che servono, per prima cosa, a far capire che le due versioni del Lumia 950, ossia quella normale e quella XL, non sono poi così diverse tra loro, anzi sono molto simili, motivo per cui la scelta può essere tranquillamente dettata dalle preferenze in termini di dimensioni.

Dimensioni e display

Il Lumia 950 XL ha una dimensione di 5,7 pollici, ma anche quello normale è molto grande, perché raggiunge i 5,2, per cui a tutti gli effetti abbiamo davanti due “phablet”. Differenze chiaramente di dimensioni, anche dello schermo, ma non di risoluzione, che è uguale in entrambi; cambia la densità di pixel, ma sono così fitti che le differenze non sono apprezzabili ad occhio nudo.

Hardware, multimedia e batteria

La batteria è leggermente migliore nell’XL, ma sono differenze veramente di poco conto: 3300 mAh contro 3000, mentre come potenza siamo sui 4 core da 2 Ghz più 4 da 1,5 Ghz per l’XL, 4 da 1,8 Ghz più 4 da 1,44 Ghz nella versione più piccola. Differenze veramente minime, insomma.

Per quanto riguarda memoria interna (32 GB espandibili fino a 200 tramite Micro SD), fotocamera (20 Mpixel), connessioni, RAM (3 GB) e materiali non c’è alcuna differenza tra i due Microsoft lumia.

Caratteristiche comuni ai due smartphone

Nel paragrafo precedente abbiamo capito grossomodo quali sono le caratteristiche tecniche e le differenze tra i due dispositivi, che sono pochissime. Per questo motivo, da questo punto in avanti, parleremo del “dispositivo” come se fosse un cellulare solo, senza più prendere in considerazione le piccola differenze.

Iniziamo quindi dei materiali: Microsoft, con questo telefono, ha abbandonato le soluzioni ibride e molto fantasiose che aveva messo in campo con i precedenti Lumia, fornendoci così un telefono che fin dall’inizio ha un aspetto più “serio” rispetto ai precedenti.

I dispositivi si tengono molto bene in mano, anche se ovviamente ci sono delle differenze in relazione alle loro dimensioni, e qualcuno può avere problemi a portarli in tasca. Nonostante questo, però, abbiamo l’impressione che il telefono sia tutt’altro che fragile, anzi che sia molto resistente, complice anche un po’ di spessore in più rispetto ad altri telefoni prodotti dei concorrenti. Questo, in qualche modo, ci “autorizza” a farne un utilizzo più intenso in termini lavorativi, facendo meno attenzione alle sorti dello smartphone (ovviamente, non dobbiamo buttarlo per terra!) rispetto ad altri modelli.

I nuovi Lumia integrano una serie di caratteristiche interessanti, la prima tra le quali è probabilmente il sistema di sicurezza basato sulla scansione dell’iride, una soluzione che sembra avanti anni luce rispetto alla scansione dell’impronta digitale utilizzata dai concorrenti. Nulla di cosi utile, ma molto fantascientifico e soprattutto funziona molto bene.

Trova il miglior prezzo e le migliori offerte

Nei telefoni si riesce a vedere finalmente Windows 10 Mobile, che gli utenti stavano attendendo ormai da tantissimo tempo: abbiamo in questo modo la possibilità di installare le app presenti in precedenza sullo store, ma abbiamo anche accesso alla piattaforma di app universali che Microsoft ha pensato per rendersi differente rispetto ad iOS ed Android: gli sviluppatori potranno programmare applicazioni che possono essere acquistate una volta e poi girare tanto sullo schermo da 5 pollici quanto su quello da 40, ottimizzandosi automaticamente. Praticamente, abbiamo un computer in tasca.

Qui notiamo, purtroppo, il problema che da anni affligge i dispositivi Windows, ovvero la povertà delle app nello store, visto che la maggior parte delle applicazioni mobile a cui siamo abituati sugli altri dispositivi non è presente sullo store Windows, per cui le app che per adesso sfruttano questo sistema della “piattaforma unica” sono per adesso solo quelle Microsoft.

Questo però sarà un parametro che ovviamente dovremo valutare in futuro, e se non si arriverà a poter eseguire gli .exe sul cellulare forse, stavolta, ci andremo vicini.

Microsoft Continuum

Ma la vera chicca dei nuovi telefoni non è tanto il fatto che le applicazioni siano universali, che poi per gli utenti significa solamente non doverle pagare due volte, ma il sistema Continuum di Microsoft. Che è il motivo per cui, all’inizio, parlavamo di telefoni nuovi.

I nuovi Lumia hanno infatti a disposizione un piccolo hub a cui si può connettere il telefono da una parte, uno schermo e una tastiera dall’altra. Questo sistema, di fatto, trasforma il cellulare in un computer.

In pratica, potremo girare per tutto il giorno con il cellulare in tasca e utilizzare, ad esempio, Word oppure Outlook in versione mobile per fare il nostro lavoro, quindi arrivare a casa, collegare il telefono all’hub e veder comparire le app e documenti, che abbiamo sul cellulare, sul computer, perfettamente ottimizzate per l’utilizzo.

Non è quindi un sistema come Continuity di Apple, che sposta le informazioni da iOS a Mac (per cui ci vogliono due dispositivi, un iPhone e un Mac), ma il cellulare diventa il computer grazie alle app universali che si adattano, e noi con mouse e tastiera potremo navigare tra file, cartelle, applicazioni, giochi che abbiamo fisicamente sul telefono (insomma, il telefono è il computer) e che si adattano a dimensioni computer.

Ed è questo che spiega la grande potenza tecnica di questi telefoni che, grazie a questo collegamento, non sono cellulari come siamo abituati ad intenderli, ma sono computer fissi nel palmo della nostra mano: avremo in pratica il nostro ufficio ovunque siamo, salvo che quando saremo davanti alla scrivania lo schermo sarà da 30 pollici, quando usciamo solo da 5.

Conclusione

Ecco, quindi, la potenza di questi nuovi Lumia.

Avremmo potuto parlare dell’ottima fotocamera, di come girano bene i giochi, di come appare Windows 10 rispetto a Windows 8, ma crediamo che questa caratteristica superi tutte le altre.

Certo, ci sono margini di miglioramento soprattutto di numero di app sullo store, ma nello stesso momento bisogna sapere che chi andrà ad acquistare un terminale Windows 10 Mobile non sta acquistando un “semplice” smartphone per giocare ad Angry Birds, ma un qualcosa che risulterà molto utile per il suo lavoro.

Perché è proprio nell’ambito professionale che Microsoft si sta spostando con i suoi prodotti, e lo sta facendo con le unghie e con i denti, a partire proprio da questi Lumia 950 e 950 XL.



359,00

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *