Smartphone Archos: guida all’acquisto e migliori offerte

Stai pensando di acquistare uno smartphone Archos e vuoi capire quale modello scegliere?
Devi sapere che Archos è un’azienda attiva in diversi ambiti tecnologici, tra cui quello dei telefonini per l’appunto. Tra i vari prodotti a disposizione, infatti, mette in vendita una serie di smartphone Android, appartenenti alla fascia base di mercato (insomma i cellulari che spesso vengono chiamati economici), anche se con alcune interessanti eccezioni.

In questo articolo ti farò una panoramica delle famiglie di smartphones di questa azienda, per aiutarti a capire quale sia effettivamente il migliore per le tue esigenze. Scoprirai prima le caratteristiche delle famiglie di smartphone che propone e poi , singolarmente, le recensione dei modelli più interessanti di Archos phone.

Quali le differenze tra le famiglie di Smartphone Archos?

Smartphone Archos: guida all'acquisto e  migliori offerte

Smartphone Archos: guida all’acquisto e migliori offerte


Archos ha un catalogo composto da tantissimi smartphone, le cui differenze sono a volte davvero minime. Le specifiche, spesso, sono addirittura le stesse anche se ogni famiglia si distingue dalle altre per alcune qualità ben precise (la fotocamera, la potenza, l’impermeabilità ed altre). Per questo motivo, prima di passare alla recensione dei migliori telefonini Archos, facciamo una piccola panoramica che prende in considerazione tutte le famiglie Archos, riportandone le caratteristiche più importanti.

  • Archos Diamond: E’ la famiglia di smartphone top-gamma di Archos, per cui quelli dalle caratteristiche tecniche migliori. Se cerchi quindi uno smartphone dal costo contenuto, ma che allo stesso tempo offra delle buone prestazioni per i contenuti multimediali, app e giochi, è il gruppo di telefonini Archos a cui dovresti dare un’occhiata.
  • Archos Helium: Di fascia più bassa rispetto ai dispositivi Diamond, non hanno comunque nulla da invidiare, per caratteristiche tecniche, a cellulari di altra marca più costosi. Questi modelli supportano l’ultima versione di Android, e hanno caratteristiche tecniche interessanti, per cui l’utilizzo degli smartphone della famiglia Helium è sempre fluido e non ha rallentamenti di sorta, anche se ci possono essere problemi nell’utilizzo delle app più pesanti.
  • Archos Oxygen: Questa famiglia è composta da un solo modello, Archios 50d Oxygen Plus. Si tratta di un dispositivo interessante per le sue specifiche tecniche, con un’ottima fotocamera e si caratterizza per il fatto di essere leggero in quando Android è presente sul telefono in versione pura, non personalizzata. Tuttavia monta la versione Android rilasciata alla fine del 2015, quindi un po’ datata.
  • Archos Saphir: Anche questa famiglia è composta da un solo dispositivo, che è Archos 50 Saphir. Si tratta di un telefono simile a Oxygen, leggermente meno potente ma con l’ultima versione di Android; la sua caratteristica principale è però quella di essere certificato IP68 (come il Samsung Galaxy S7): in pratica, è impermeabile e si può usare in acqua.
  • Archos Power: Composta da due dispositivi di diversa dimensione, è una famiglia di smartphone Archos non troppo potente rispetto a quelli che abbiamo appena visto, ma si caratterizza per una batteria di durata lunghissima che permette di usare lo smartphone anche per due giorni di fila senza ricaricarlo.
  • Archos Cesium: Anche questa famiglia è composta da un solo smartphone, Archos 50 Cesium. Differenza fondamentale dagli altri, non ha Android ma Windows 10 come sistema operativo.
  • Archos Cobalt: Con Archos Cobalt scendiamo di qualità, ma anche con il prezzo dei telefoni Archos. Le specifiche non sono male ma sono peggiori rispetto agli smartphone precedenti; si caratterizzano per lo sblocco mediante impronte digitali, con il sensore posto sul retro.
  • Archos Neon: E’ una famiglia di smartphone piuttosto datata, risalente a un paio di anni fa, per cui le performance sono scarse se comparate ai dispositivi di oggi.
  • Archos Platinum: I dispositivi Platinum sono un po’ più potenti rispetto ai Neon, ma appartengono ad una famiglia comunque datata, risalente a qualche anno fa. Se paragonati agli smartphone odierni, tendono a non far girare alcune delle applicazioni presenti nello store di Google Play, in particolare quelle più pesanti.
  • Archos Titanium: E’ stata la prima famiglia di smartphone presentata da Archos, per cui le specifiche tecniche non erano così male al momento della presentazione anche se oggi, purtroppo, lasciano un po’ a desiderare.

Smartphone Archos consigliati

Analizzate così le famiglie, di seguito troverai la panoramica su quelli che, a nostro avviso, sono i migliori smartphone di questo produttore. Li abbiamo valutati sia dal punto di vista delle specifiche che da quello del prezzo, e infatti sotto ogni recensione troverai un bottone che ti porterà alla pagina Amazon con le migliori offerte di oggi per quel dispositivo, per essere sicuro di poterlo acquistare al prezzo migliore del momento!

Smartphone Archos 55 Diamond selfie

Smartphone Archos 55 Diamond selfie

Smartphone Archos 55 Diamond selfie


Archos 55 Diamond Selfie è uno dei dispositivi migliori in assoluto tra quelli prodotti da Archos. Le sue specifiche tecniche sono molto interessanti, perché parliamo di un telefono da 5,5 pollici con un processore piuttosto potente, ben 4 GB di RAM (considerando che la maggior parte degli Archos ne hanno due o uno, si può capire che la differenza c’è rispetto agli altri) e l’ultima versione disponibile di Android.

Il nome fa riferimento in particolare alle fotocamere, che hanno rispettivamente 16 ed 8 Mpixel di risoluzione: soprattutto per la qualità della fotocamera anteriore, dedicata ai selfie, è un dispositivo davvero interessante che farà piacere a chi cerca un telefono di qualità senza però spendere cifre troppo esagerate. Il fatto che sia un cellulare grande di dimensioni, e che abbia ben 64 GB di memoria interna, cosa davvero difficile da trovare, lo rende uno smartphone altamente competitivo che non si può inserire tra gli smartphone di fascia bassa perché non lo è affatto.

Al suo fianco troviamo anche Archos 55 Diamond Selfie Lite, che perde solamente un po’ di potenza (processore depotenziato, 3 GB di RAM e non quattro) e lo storage interno, che è di soli 16 GB. Per tutto il resto, e in particolare per le fotocamere, è uguale al “fratello maggiore”.

Smartphone Archos 55 Helium

Smartphone Archos 55 Helium

Smartphone Archos 55


Archos 55 Helium è un dispositivo meno potente rispetto a Diamond Selfie, ma con le stesse dimensioni. Ciò su cui si va a ridurre è sia la potenza di calcolo, che è molto inferiore rispetto alla serie Diamond (la RAM passa da 4 GB a 1 GB, ad esempio) sia la fotocamera, che comunque non è male dal punto di vista delle specifiche.

E’ uno smartphone sottile, e questo è un aiuto se si considera che essendo un dispositivo grande possiamo avere qualche difficoltà a metterlo in tasca, ma annovera comunque un’ottima qualità dello schermo, che è utile se vogliamo guardare fotografie o film, ed ha una batteria di ottima durata. Per chi non ha bisogno di molta potenza, un’ottima scelta.

Al suo fianco troviamo una versione Plus, Archos 55 Helium+, che migliora la fotocamera posteriore (passando dagli 8 Mpixel del modello base ai 13 Mpixel del modello Plus) e include anche una scheda SD, così da non doverla acquistare a parte aggiungendo altri soldi al costo dello smartphone vero e proprio, anche se la memoria di base rimane la stessa.

Smartphone Archos 55 Platinum

Smartphone Archos 55 Platinum

Smartphone 55 Platinum


Questo telefono, chiamato spesso in molti volantini Archos Platinum 55, è uno smartphone da prendere in considerazione se cerchiamo un dispositivo Android a basso costo, che non ha grande potenza ma che consente di eseguire comunque le operazioni più comuni senza problemi particolari.

E’ un cellulare da 5,5 pollici, quindi molto grande, mentre la potenza è paragonabile a quella di Archos Helium che abbiamo appena visto (quando è uscito Platinum era da considerare il “Diamond della situazione”). Le fotocamere, in particolare quella posteriore, non sono male (13 Mpixel) ed ha la comodità di essere uno smartphone dual-SIM, caratteristica che lo rende utile per chi usa il telefono per lavorare. Purtroppo la bassa potenza di base non permette di utilizzare molte delle app presenti su Google Play, che può essere un problema, ma per uno smartphone che si trova a meno di 100 euro le cose vanno benissimo così.

Trova il miglior prezzo e le migliori offerte

Smartphone Archos 50 Platinum

Smartphone Archos 50 Platinum

Smartphone 50 Platinum


Le caratteristiche tecniche di questo smartphone sono molto simili a quelle del 55 Platinum (così come l’errore sul nome, che spesso diventa Archos platinum 50) , con la fondamentale differenza che il modello 50 ha 5 pollici di diagonale, non 5,5. La fotocamera è leggermente meno potente (8 Mpixel per la posteriore), mentre la versione di Android di base è la versione 6.0, quindi l’ultima disponibile al momento.

Il fatto che il sistema operativo sia più recente lo rende in grado, si, di essere compatibile con le ultime applicazioni e funzioni rilasciate, ma allo stesso tempo lo rende anche meno reattivo o fluido, per uno smartphone che sa già di “vecchio” al momento dell’acquisto: consigliato solamente a persone che ne usano solamente le funzioni di base.

Smartphone Archos 50c Platinum

Smartphone Archos 50c Platinum

Smartphone 50c Platinum


Archos 50c Platinum è la variante (parzialmente) depotenziata del 50 Platinum.

In pratica, tutte le caratteristiche rimangono uguali tranne il sistema operativo, che è più vecchio (quindi tende ad essere più fluido, ma non compatibile con le ultime applicazioni), mentre un piccolo miglioramento lo abbiamo nella risoluzione della fotocamera posteriore. A differenza del modello 50, può ospitare due SIM, che possono essere quindi gestite sullo stesso smartphone senza problemi particolari.

Smartphone Archos 50c Neon

Smartphone Archos 50c Neon

Smartphone 50c Neon


Come abbiamo detto nella prima parte, è un cellulare Archos che fa parte di una famiglia ancora più datata dei modelli precedenti, sia per prestazioni che come sistema operativo.

Molte delle app presenti su Google Play non sono compatibili, e in generale non è un dispositivo fluido e comodo da usare. Il lato positivo è che si può trovare ad un prezzo di soli 60 euro, per cui il rapporto qualità/prezzo è buono; se lo si usa come secondo telefono, magari per lavoro, è ottimo anche perché è un dual-SIM, ma a parte questo le specifiche non sono allettanti e come si deve fare qualcosa di un minimo più complesso delle operazioni di base (anche giocare, ad esempio) lo si mette in difficoltà.

Quali le alternative ai cellulari Archos?

Come abbiamo potuto vedere, i dispositivi Archos sono cellulari di fascia piuttosto bassa, ad eccezione dei modelli Diamond che “volano più alti”, per così dire, rispetto alle altre famiglie.

Ma se questa marca non ti convince e vorresti trovare qualcosa di diverso ma rimanendo sullo stesso prezzo, che cosa puoi prendere in considerazione?

Una delle aziende più conosciuta per gli smartphone di fascia bassa è Wiko, che propone smartphone molto simili a quelli Archos, insieme ad Oukitel, che si assesta all’incirca sulla stessa linea.

Anche alcune marche famose come Huawei, con la serie Y, Motorola con la serie E ed LG con la serie K, propongono smartphone di fascia bassa ed entry level. C’è poi Meizu, che produce dispositivi molto economici, seppur leggermente migliori (mediamente) rispetto agli smartphone Archos.

In più, puoi dare un’occhiata anche a cellulari più conosciuti, ma degli anni passati: in questo caso la svalutazione porta smartphone anche di buon livello a raggiungere prezzi molto vantaggiosi, e se cerchi uno smartphone che ti consenta di telefonare, navigare in internet e usare, al massimo, le app di messaggistica, tentare questa strada potrebbe essere la soluzione adatta a te.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *